Tortelloni/ravioli con radicchio rosso, provola affumicata e miele

Questa ricetta è stata ideata da http://www.cibo360.it/ ed è stata realizzata durante l’incontro tra assaggiatori di miele il 20 giugno 2016 durante il quale abbiamo imparato come si fa la pasta sfoglia emiliana, i tortelli e i ravioli ripieni ed abbiamo assaggiato il prodotto delle nostre prove ed altri piatti con miele appositamente preparati per la serata. Complimenti al cuoco Andrea Tibaldi per la competenza nella gestione dei mieli come ingredienti e a Laura Nanni per la manualità con la pasta sfoglia e la bravura nell’insegnamento. Ci siamo divertiti ed abbiamo mangiato benissimo!

tortelloni e ravioli con radicchio rosso e provola

PER LA SFOGLIA (PER 3-4 PERSONE);

  • 200 gr di farina 00;
  • 2 uova

PER IL RIPIENO:

  • 200 gr di radicchio rosso;
  • 150 gr di scamorza affumicata;
  • 4 cucchiai di grana grattugiato;
  • 25 gr di burro;
  • 1 cucchiaio abbondante di miele di acacia;
  • timo fresco;
  • sale (solo se serve);
  • olio;
  • pepe;

PER IL CONDIMENTO

  • 1 cucchiaio abbondate di miele di Coriandolo (alla cena vi abbiamo proposto il Coriandolo e il Tarassaco )
  • 40 gr di Pinoli,
  • 6 cucchiai di Parmigiano-Reggiano grattugiato;
  • 20 gr di burro;
  • radicchio rosso;
  • pepe q.b.

Per prima cosa bisogna preparare la pasta fresca: disponete la farina su una spianatoia e lavoratela con le 2  uova avendo cura di ottenere un panetto di pasta molto liscio ed elastico.

Avvolgete la pasta con la pellicola trasparente e mettetela nel frigo per circa 30 minuti.

Nel frattempo lavate il radicchio ed eliminate la base più dura. Tagliatelo a striscioline (tenetene da parte una manciata) e fatelo rosolare in una padella con un goccio d’olio, sale e pepe. Lasciatelo cuocere pochi minuti, giusto il tempo di far evaporare l’acqua in eccesso contenuta nelle verdure.

A quel punto mettetelo nel mixer con la scamorza tagliata a pezzetti e 4 cucchiai di Parmigiano-Reggiano grattugiato. Aromatizzate con del timo e aggiungete il miele. Frullate finemente. Dovete ottenere un composto compatto, che vi servirà come ripieno per i ravioli/tortelloni. Togliete la pasta dal frigo e stendetela sottilmente con l’aiuto di un mattarello. Procedete con il taglio della pasta in base al formato desiderato.

Cuocere la pasta in abbondante acqua bollente e salata. Nel frattempo, in una padella far sciogliere il burro con il miele. A parte tostare i pinoli. Versare la pasta nella padella, aggiungere parte del radicchio rosso che avrete tenuto da parte, i pinoli ed il Parmigiano-Reggiano.

Gelee limone e miele

geleemielelimone

Ingredienti:

  • 200 gr di zucchero
  • 120 gr di succo di limone
  • 30 gr di miele
  • 12 gr di gelatina di pesce (si chiama gelatina di pesce, ma non lo è veramente)

Preparazione: mescolate lo zucchero con il succo scaldando i due sul fuoco basso; alla fine, a fuoco spento, aggiungete il miele e i fogli di gelatina precedentemente ammollati in acqua fredda e strizzati; mescolate bene finché la gelatina è ben sciolta. Versate negli stampi e riporre in frigo per almeno 12 ore. Estraete gli stampini dal frigo, togliete le caramelle una a una dagli stampini e passatele nello zucchero semolato.

Sapone miele e cera

sapone miele e cera.jpg

La ricetta viene da qui.

Ingredienti:

  • 600g di olio di oliva
  • 260g di olio di girasole
  • 100g di olio di riso
  • 300g di acqua
  • 123g di soda caustica
  • 40g di cera d’api bio
  • 2 cucchiai di miele bio

Procedura:

Adottate tutte le precauzioni necessarie: occhiali, guanti, mascherina davanti alla bocca!

Pesate tutti gli ingredienti. Unite la soda all’acqua, mai il contrario! Mescolate finché la soluzione torna limpida,  lasciate alla soluzione caustica il tempo necessario per abbassarsi di temperatura (a circa 45°). Sciogliete la cera a bagnomaria, unite tutti gli oli e portateli a circa 45°. A questo punto avrete due preparazioni: acqua e soda caustica e i grassi/olii.

Versate delicatamente la soluzione caustica direttamente negli olii, mescolate per emulsionare bene, dopodiché mescolate col mixer a immersione fino al raggiungimento della fase del “nastro” (consistenza simile alla crema pasticciera). Ora aggiungete due cucchiai di miele.

Versate nello stampo per sapone, in questo caso ho foderato una scatola di cartone con la carta forno e con due foglietti di pluriball per imballaggio, sopra e sotto. Sbattete sul piano il contenitore per evitare la formazione di bolle, coprite con un foglio di pellicola trasparente da cucina e con un panno (quando usate sostanze zuccherine per il sapone, non occorre avvolgerlo in pesanti coperte), e lasciate riposare per 24 ore, quindi accertatevi che la scatola non emani più calore, togliete la pellicola, il pluriball e la carta forno e tagliate le saponette della forma desiderata. Ora dovrete aspettare da 40 a 60 giorni.

Gennaio 2016 – Caponata invernale

caponata 3caponata 2caponata foto1

Ingredienti

  •  500gr di zucca
  • un piccolo cavolo romano
  • 2 cucchiai di miele aromatico
  • aceto bianco
  • cipolla
  • uva passa
  • olio per friggere

Tagliate a dadini la zucca e friggetela in abbondante olio.

Pulite il cavolo e tagliatelo a ciuffetti, fate un soffritto con la cipolla e cucinatevi il cavolo.

Preparate l’agrodolce con soffritto di cipolla, miele e aceto bianco (io ho messo un cucchiaio di miele subito, mentre si fa restringere il sugo agrodolce, l’altro cucchiaio l’ho aggiunto quando l’agrodolce si raffredda così il miele non perde tutte le qualità organolettiche). Alla fine aggiungete anche l’uvetta e unite tutto. Si può mangiare come antipasto o come contorno. Io l’ho posato su delle fette di pane integrale appena sfornato come piatto unico.

Ricetta originale http://www.video.mediaset.it/video/tg5/gusto/caponata-invernale_586738.html

Confezioni di prodotti dell’alveare per regalini

 

foto confezioni di natale miele 2015

Ottobre 2015 – Biscotti con miele, uvetta e fiocchi di orzo

foto ricetta ottobre 2015 biscotti miele orzouvetta

Ingredienti (una tazza corrisponde alla capacità di 250ml)

  • 1/2 tazza di burro
  • 1/2 tazza di zucchero semolato
  • 1/2 di miele (ho usato la mia melata)
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato
  • 1 1/2 di fiocchi di orzo (o avena)
  • 1 tazza di farina integrale di grano tenero
  • un paio di pizzichi di sale
  • 1 tazza di uva passa

In una terrina di medie dimensioni, mescolare il burro con lo zucchero fino ad amalgamarli. Aggiungere il miele e l’uovo. In un’altra terrina, mescolare l’orzo la farina, il sale e il lievito vanigliato. Unire il contenuto delle due terrine ed aggiungere l’uvetta. Modellare dei dischetti del diametro di 5 cm circae dello spessore di 7-8mm. Cucinare in forno preriscaldato a 200°C per circa 20 minuti.

La ricetta originaria si trova qui, io vi ho apportato delle modifiche eliminando la cannella e sostituendo l’avena con l’orzo. Buoni!😉

Settembre 2015 – Assaggio dei mieli 2015 con amici

Incontro di settembre con alcuni amici – alcuni ex compagni di classe, Marco che ospita le mie api, un amico di Cormons e due di Castelmonte – per far conoscere tre mieli: acacia, melata di tiglio e castagno, tutti prodotti sopra a San Pietro al Natisone, posto incontaminato, pieno di bellezze vegetali e animali.

L’acacia 2015 è molto trasparente, maturando ha acquisito e migliorato le note caratteristiche fini e calde di confetto e vaniglia.

La melata di tiglio è stata una bellissima sorpresa, tra il flusso dell’acacia e quello del castagno ci siamo ritrovati uno o due melari con questo splendido prodotto, in cui il caramello emerge distintamente.

Il castagno, un po’ debole per la categoria, ma ricco di mille sfumature grazie alla presenza di melata, rovo ed altre essenze sconosciute, e in più una bella sapidità.

Grazie alla Natura e agli amici che parteciperanno e a tutti quelli che apprezzeranno.

Abbiamo provato anche alcuni abbinamenti con formaggi diversi. Nella mattinata avevo preparato un antipasto dolce/salato: rose di pastasfoglia, formaggio fresto e più stagionato, miele e confettura di susine.

tavolata

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: